Viaggi

Viaggiare nel tempo, ma senza macchina.

Viaggiare nel tempo, ma senza macchina.

Poche sere fa mi sono messa a rileggere i miei vecchi diari, dopo quasi 10 anni. Alla fine del liceo li avevo messi in ordine sopra uno scaffale insieme ai libri di scuola, e in tutto questo tempo li ho guardati come si guarda una soprammobile inutile e raccogli polvere.

Finchè non ne ho aperto uno e ho inziato a sfogliare le pagine a caso, poi ne ho aperto un altro e un altro ancora. Praticamente una riserva cartacea di allegria e spensieratezza!

Foto, dediche delle amiche, racconti delle nostre giornate. La maggior parte le avevo completamente rimosse! Eppure quando leggevo tornavo esattamente a quel momento e a ridere di nuovo per le stesse cose.

Nel rileggere quel concentrato di delirio adolescenziale ci sono stati anche momenti di forte imbarazzo, ma sono contenta di aver scritto tutto. Rivedere me e le mie amiche dai 15 ai 18 anni in maniera così nitida non so in quale altro modo sarebbe stato possibile!

Allora ho pensato che è così che si custodiscono i migliori ricordi, attraverso le foto, i racconti. Facendo in modo che non se ne perda mai traccia anche quando gli anni passano ed altri nuovi si sovrappongono a quelli più vecchi. La nostra memoria non è in grado di conservarli tutti allo stesso modo, anzi, a volte lascia spazio ad alcuni (magari brutti) ma non ad altri (magari più belli). Solo noi siamo in grado di compensare questa gestione un pò dispotica e crudele.

Spero che questo Blog un giorno abbia la stessa funzione dei miei diari del liceo. Che mi faccia rivivere viaggi che avevo solo la presunzione di ricordare perfettamente.

È sempre stato uno dei miei più grandi desideri avere una macchina del tempo, e aspetto ancora in glora la sua invezione, sia chiaro.

Ma in fondo il modo di viaggiare nel tempo esiste già, ha solo bisogno della nostra collaborazione.

You may also like